AZZURRA

Italia-Belgio,
13 giugno 2016 

5 agosto 2020

L’Italia di Conte si presenta agli Europei senza i gradi di favorita, ma può contare su un grande spirito di gruppo, sul blocco-Juve in difesa (Buffon, Barzagli, Bonucci e Chiellini), su De Rossi a centrocampo, su Pellé ed Éder in attacco.

Azzurri outsider

Il Belgio, invece, è una delle Nazionali più forti: Hazard e De Bruyne guidano un gruppo di stelle, in cui spiccano anche Courtois, Nainggolan, Mertens, Lukaku. Nel primo match del gruppo B contro gli Azzurri, i Diavoli Rossi partono da favoriti.

Un avversario fortissimo

Minuto 32: il gol di Giaccherini

Dopo un avvio equilibrato, l’Italia prende coraggio e va in vantaggio: splendido lancio lungo di Bonucci, Giaccherini addomestica la palla e batte Courtois con un tiro di piatto. I giocatori italiani, in campo e in panchina, esplodono di gioia.

L’azione del vantaggio

Il Belgio prova a far valere il maggior talento dei suoi campioni, ma l’Italia si rivela impenetrabile, grazie alla perfetta intesa difensiva, alle geometrie di  De Rossi, alla capacità di ribaltare velocemente il fronte in contropiede.

La difesa e la qualità

Gli Azzurri rischiano poco, e grazie a una ripartenza nel finale trovano il raddoppio: segna  Pellè, con un tiro al volo. Dopo il Belgio, l’Italia batterà anche Svezia e Spagna prima di arrendersi solo ai rigori contro la Germania, al termine di un percorso entusiasmante.

Ribaltare i pronostici