AZZURRA

Italia-Inghilterra, 24 giugno 2012

11 agosto 2020

Quarti thriller

Per l’Italia di Cesare Prandelli l'Europeo del 2012 non è affatto semplice: una dopo l'altra, gli Azzurri incontrano alcune tra le migliori formazioni del torneo. Nel girone riescono a eliminare la Croazia, dopo aver fermato sul pari l Spagna. Ai quarti è il turno della temibile  Inghilterra.

Pronti, via, l’Italia sfiora subito il vantaggio con una gran conclusione dalla distanza di  De Rossi: sfortunatamente, la palla termina sul palo. È il preludio a un ribaltamento continuo di emozioni, con tante occasioni da una parte e dall’altra.

Una gara ricca di emozioni

L’Inghilterra non sta a guardare dopo lo spavento sul tiro di De Rossi: ci vuole il miglior Buffon, con un riflesso da grande portierea impedire a Johnson di insaccare da pochi passi. La gara è viva, la posta in palio altissima.

Buffon salva il risultato

Con il passare dei minuti, però, è l’Italia a essere più pericolosa. Sono tante le chances sui piedi dei nostri giocatori, soprattutto nel corso dei supplementari, con il risultato che non si sblocca. Il forcing degli Azzurri non basta: è 0-0, si va ai  rigori.

Gli Azzurri pungono, ma è sempre 0-0

Terzo rigore:
il cucchiaio
di Pirlo

Dopo l’errore di Montolivo, gli inglesi vanno avanti nella serie dal dischetto. Ma il rigore di Pirlo cambia completamente l’inerzia: i nostri avversari sbagliano due volte, con Young e Cole. Alla fine è il rigore di Diamanti a regalare agli Azzurri la qualificazione alle semifinali.

È festa Italia